It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Wizz Air, a febbraio pesante calo per il traffico passeggeri

Il dato è sceso anche rispetto al mese precedente

Un mese di febbraio da dimenticare in fretta: il vettore aereo low-cost Wizz Air deve ancora fare i conti con le conseguenze della pandemia da coronavirus, come d’altronde tutte le compagnie a livello globale, e nei 28 giorni in questione ha registrato dati preoccupanti (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Il traffico passeggeri è crollato di 87 punti percentuali rispetto allo stesso periodo di un anno fa, segno che il 2021 non è cominciato in modo positivo. Entrando maggiormente nel dettaglio di queste cifre, la compagnia ungherese ha totalizzato 383 mila passeggeri, in calo anche rispetto al mese precedente; a gennaio, infatti, i viaggiatori erano stati 574 mila. Se si guarda al periodo precedente al covid-19, poi, la differenza è ancora più evidente, visto che Wizz Air riusciva a trasportare più di 3 milioni di persone ogni mese. Proprio a febbraio sono emerse le strategie che questa aviolinea intende attuare in futuro. L’amministratore delegato Joszef Varadi ha focalizzato l’attenzione sul divario che si è creato tra le low-cost e le compagnie di bandiera supportate economicamente ed ancora in difficoltà. A gennaio, invece, il manager ungherese ha ricordato inoltre come il trasporto aereo sia attualmente la scelta più sostenibile che ci possa essere dal punto di vista ambientale: a suo dire, i velivoli garantiscono le minori emissioni di anidride carbonica per passeggero per ogni chilometro nel vecchio continente. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235183

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar