It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Oggi Giornata nazionale memoria vittime epidemia coronavirus

Mario Draghi è a Bergamo; inoltre bandiere a mezz'asta sugli edifici pubblici

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, oggi giovedì 18 marzo partecipa a Bergamo alla Giornata nazionale in memoria delle vittime dell'epidemia da coronavirus.

Alle ore 11 verrà deposta una corona di fiori al cimitero monumentale della città. Alle ore 11:15, al Parco Martin Lutero alla Trucca, si svolgerà l’inaugurazione del Bosco della Memoria con la cerimonia per la messa a dimora dei primi 100 alberi. Durante la commemorazione sono previsti saluti ed interventi istituzionali.

A causa della situazione epidemiologica e nel rispetto delle norme anti Covid, le immagini della commemorazione saranno messe a disposizione dalla Rai e sui canali ufficiali della presidenza del Consiglio.

Inoltre sempre per oggi giovedì 18 marzo, per onorare la memoria di tutte le vittime di coronavirus, la presidenza del Consiglio dei ministri ha disposto l’esposizione a mezz’asta delle bandiere nazionale ed europea sugli edifici pubblici.

Infine il sottosegretario alla Difesa, Giorgio Mulè, deputato di Forza Italia, primo firmatario e promotore della legge approvata al Senato che istituisce il 18 marzo la Giornata nazionale in memoria delle vittime di Covid, afferma in una nota che:

“L’approvazione in Senato della legge che istituisce il 18 marzo la Giornata nazionale in memoria delle vittime di Covid è per me motivo di profonda commozione essendone primo firmatario e promotore. Grazie al comune sentire dei partiti rappresentati in Parlamento, l’Italia ricorderà ogni anno chi non ce l’ha fatta nella ricorrenza di quell’immagine con i camion militari incolonnati sulle strade di Bergamo con i feretri. Sarà un giorno simbolico per il Paese che attraverserà i confini del tempo e della memoria. Al dovuto ricordo delle vittime si affiancherà l’impegno concreto previsto dalla legge: dalla testimonianza nelle scuole a quella sui canali radiotelevisivi della Rai e fino al contributo concreto degli italiani che vorranno donare alla ricerca scientifica una o più ore della loro giornata lavorativa. La presenza del presidente del Consiglio, Mario Draghi, in occasione del primo anniversario del 18 marzo a Bergamo, è la più alta testimonianza di come tutta l’Italia onorerà la memoria delle vittime del covid. Mi sento in dovere di essere grato a tutti coloro che, all’unanimità alla Camera e al Senato, hanno contribuito affinché si giungesse al risultato dell’approvazione della legge a ridosso del 18 marzo”. 

Inoltre “La memoria non è reale se non è condivisa”, continua il sottosegretario a margine della cerimonia di deposizione di una corona di alloro presso il Policlinico militare "Celio" di Roma alla presenza del ministro della Difesa, Lorenzo Guerini e del sottosegretario alla Difesa, Stefania Pucciarelli, accolti dal generale Corpo Armata Portolano, comandante del Coi e dal generale Mammana, direttore del "Celio". “La Giornata nazionale in ricordo delle vittime di Covid serve ad onorare la memoria di chi ha perso la vita a causa del Covid - conclude- ma non si ferma a questo, è uno stimolo ad andare avanti, a guardare al futuro con speranza e fiducia”.

red - 1235519

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar