It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Interrogazione su cessione e vendita di Toscana Aeroporti Handling

Quali iniziative assumere ed avviare tavolo confronto con Regione e Tah per soluzione mantenimento posti di lavoro

Presentata dall'onorevole Yana Chiara Ehm (Misto)

"Al ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibili, al ministro del Lavoro e delle politiche sociali.

Per sapere, premesso che:

Toscana Aeroporti Handling (Tah), nata nel 2018, con sede a Firenze, dalla fusione per incorporazione di Aeroporto di Firenze SpA e società aeroporto toscano 'Galileo Galilei', società legata alla gestione delle operazioni di terra presso gli scali di Pisa e Firenze sembrerebbe avere avviato la sua cessione;

durante lo svolgimento di una videoconferenza il 12 marzo 2021, l'amministratore delegato della società indicata, da notizie apprese per mezzo di un comunicato lanciato dalle sigle sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uil Trasporti, Trasporti Ugl, informa della proposta di offerta di una società privata per la vendita della Toscana Aeroporti Handling, comunicando altresì l'intenzione di valutare entro tre mesi la vendita della stessa che, da quanto si apprende, manterrebbe per 24 mesi i posti di lavori dei 450 impiegati e del salario loro corrisposto;

Tah conta attualmente 450 impiegati inseriti nel regime previdenziale della cassa integrazione a zero ore dallo scoppio della pandemia da Covid-19;

considerata l'attuale condizione epidemiologica e tenuto conto che il settore aeroportuale è fermo a fasi alterne da circa un anno, tali circostanze hanno comportato un blocco totale del lavoro aeroportuale con piccoli slot di reinserimento di lavoratori per il mantenimento del servizio minimo;

a pagare il prezzo più alto della emergenza epidemiologica saranno i lavoratori del settore 'servizi' e delle varie società in appalto, come per esempio le società in appalto addette alle operazioni di carico e scarico dei bagagli, appalto scaduto il 31 dicembre e prorogato al 31 marzo 2021;

ad essere coinvolte in questa cessione rientrano dunque non solo la società Toscana Aeroporti ma anche i lavoratori impiegati presso società in appalto, le fasce più deboli impossibilitate ad avviare, tramite gli organi di rappresentanza competenti, un tavolo di confronto diretto con l'azienda;

si ricordano a tale proposito le mobilitazioni nate nel 2018 a seguito proprio di quella che i sindacati definirono la 'esternalizzazione delle lavorazioni via terra', manovra ritenuta indispensabile per Tah a seguito dell'emanazione di una direttiva europea che impone agli aeroporti con traffico superiore ai 2 milioni di passeggeri di disporre il 'ibero accesso al mercato delle prestazioni di servizi di assistenza a terra a terzi';

la Regione Toscana, considerata l'emergenza in corso, ha deliberato un finanziamento a fondo perduto, stanziando 10 milioni di Euro in favore della società Toscana Aeroporti–:

quali iniziative di competenza il Governo abbia intenzione di assumere e se intenda avviare un tavolo di confronto con la Regione Toscana e Tah, prevedendo una soluzione volta al mantenimento dei posti di lavoro per il personale della stessa società e di quelle in appalto". (4-08584)

red - 1235661

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar