It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Accordo Ue-Parigi per secondo aiuto ad Air France

Il vettore aereo è in gravi difficoltà economiche

Un secondo accordo di cui si è parlato molto nei giorni scorsi e che si è concretizzato ufficialmente. Per il vettore aereo Air France è stato approntato un nuovo pacchetto di aiuti economici, con l’intesa tra Unione europea e governo transalpino che ha fatto intendere come non ci siano ormai più ostacoli (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Come rimarcato da Bruno Le Maire, ministro francese delle finanze, si tratta di una notizia ottima per la compagnia, oltre che per l’intero settore nazionale dell’aviazione civile. La trattativa è stata lunga e complicata, anche se i termini finali sono stati accettati di buon grado. L’aviolinea francese dovrebbe rinunciare a 24 bande orarie per quel che riguarda i decolli e gli atterraggi presso l’aeroporto parigino di Orly. Proprio questa rinuncia è alla base delle richieste di Bruxelles per il sostegno statale da fornire. Tuttavia, la compagnia aerea deve migliorare la competitività, ridurre le emissioni di carbonio e tornare al profitto, come ha aggiunto lo stesso ministro. La Francia ha presentato alla Commissione europea il piano per la ricapitalizzazione concordata con il governo, vale a dire 3 miliardi di Euro. Tra l’altro, proprio negli ultimi giorni si è scelto di ridurre molti collegamenti aerei nazionali in favore dei treni. La rete domestica al di fuori dell’aeroporto parigino di Orly sarà in versione ridotta, con i treni che copriranno le tratte di interesse. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1235898

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar