It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Usa-Russia, Medvedev: "Si rischia crisi come quella dei missili di Cuba"

Le parole del vicepresidente del consiglio russo di sicurezza

Un possibile passo sbagliato di qualsiasi tipo può portare ad uno scontro militare diretto: è questa la conclusione a cui è giunto nelle ultime ore Dimitri Medvedev, ex-presidente russo ed attuale numero due del consiglio di sicurezza del Paese, in merito alle relazioni bilaterali con gli Stati Uniti (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Lo stesso Medvedev ha poi paragonato la situazione attuale come qualcosa di molto vicino a quello che si era creato nel lontano 1962. Il riferimento dell’organismo di Mosca è andato a quella che è passata alla storia come “crisi dei missili di Cuba”, quando si sfiorò addirittura la terza guerra mondiale. Il vicepresidente ha poi aggiunto: “Qualsiasi mancanza di pazienza può gettare tutto il mondo in un abisso di problemi molto complicati”. Non sta piacendo la gestione delle relazioni da parte dell’amministrazione Biden che si è insediata da pochi mesi. Le frasi pronunciate da Washington, a partire da “Putin assassino” fino a “la Russia pagherà” vengono considerate una strategia sbagliata e che porterà questi rapporti ad un vicolo cieco. Medvedev si è anche chiesto se gli Stati Uniti possano mai accettare un compromesso, come quello che ci fu quasi sessanta anni fa quando le tensioni della guerra fredda erano all’ordine del giorno. Nel frattempo è stato intercettato un aereo spia americano, un velivolo RC-135 che si trovava nella zona orientale della Russia prima di invertire la rotta ed evitare lo spazio aereo russo. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236284

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar