It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Cina critica Pentagono: "Aumento budget dovuto a disturbo mentale"

La dura accusa del ministero della difesa di Pechino

Non sono pacifici i venti che provengono dalla Cina e diretti verso gli Stati Uniti. Wu Qian, ministro della difesa della Nazione asiatica ha attaccato senza mezzi termini l’aumento delle spese militari del Pentagono, sottolineando come questa crescita del budget non sia altro che la conseguenza di “un disturbo psicologico e della paranoia che affliggono l’amministrazione Biden” (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Secondo il titolare del dicastero cinese, quindi, la minaccia dell’ex-impero celeste sarebbe soltanto presunta e Washington starebbe esagerando con i provvedimenti del dipartimento. Non sono state le uniche dichiarazioni controverse di Wu che ha aggiunto: “Alcuni rappresentanti dell'amministrazione statunitense non sono stati in grado di liberarsi da psicosi maniacali e manie di persecuzione. Sono diventati ossessionati dalla speculazione sulla cosiddetta minaccia cinese, ed esagerano irrazionalmente il tema della sfida alla Cina”. La precisazione ha riguardato poi il fatto che Pechino non voglia minacciare nessuno, tanto meno gli Stati Uniti. La puntualizzazione non è però mancata, visto che “se qualcuno dovesse minacciare o sfidare la Cina, non si potrà far altro che rispondere”. Il Pentagono ha intenzione di richiedere 715 miliardi di dollari per le future esigenze in ambito militare. La somma rappresenta la quasi totalità di quella relativa alla difesa nazionale americana, vale a dire 753 miliardi: il dipartimento a stelle e strisce potrebbe dunque registrare un incremento del budget pari a 1,6 punti percentuali rispetto ad un anno fa. 

Sr - 1236422

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar