It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

"Codici" su multa Antitrust a Ryanair conferma fondatezza class action

La sanzione comminata è pari a 4,2 milioni di Euro

"Codici", Centro per i diritti del cittadino, comunica in una nota che: "Un provvedimento che conferma integralmente la fondatezza della class action. Questo il giudizio di Codici in merito alla multa inflitta dall'Autorità garante della concorrenza e del mercato a Ryanair per pratiche commerciali scorrette. Una sanzione da 4,2 milioni di Euro, che di fatto rafforza l'azione avviata dall’associazione dei consumatori per tutelare i passeggeri che hanno acquistato un biglietto per il periodo dal 6 novembre al 3 dicembre 2020 e non hanno ricevuto il rimborso.

'L’intervento sanzionatorio dell’Autorità –afferma Ivano Giacomelli, segretario nazionale di Codici– rappresenta un punto importante nel braccio di ferro ingaggiato dalle associazioni dei consumatori con i vettori aerei. Nel caos generato dalla pandemia, i passeggeri sono stati gravemente penalizzati e la multa a Ryanair, come gli altri interventi adottati recentemente per altri vettori, ristabilisce il giusto ordine per quanto riguarda diritti e doveri'.

'La multa dell’Antitrust parla chiaro –dichiara Stefano Gallotta, responsabile Trasporti e Turismo di Codici– e dice in maniera netta che la nostra azione è corretta nella ricostruzione dei fatti ed in diritto. A fronte delle numerose cancellazioni di voli programmati con la motivazione della pandemia, Ryanair dal 6 novembre scorso addirittura ha negato i rimborsi o, in una seconda fase, ha illegittimamente imposto i voucher. Il tutto fornendo informazioni ingannevoli ed omissive, e ponendo degli ostacoli a chi chiedeva indietro i soldi e non era interessato al voucher. Non solo. Le argomentazioni difensive della compagnia aerea nel procedimento avviato dall’Autorità smentiscono quanto sostenuto in aula dalla stessa, in particolare per quanto riguarda il dovere, che ha violato, di offrire un rimborso in denaro ai passeggeri che, a causa dei provvedimenti restrittivi del Governo, non potevano partire nel periodo dal 6 novembre 2020'.

L’azione dell’associazione Codici per tutelare i passeggeri che hanno problemi in seguito alla cancellazione del volo continua".

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

red - 1236973

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar