It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Latam Airlines prevede di operare al 36% dei livelli pre-covid

Vettore aereo moderatamente ottimista per giugno

Le previsioni economiche ai tempi del coronavirus non sono affatto semplici. Bisogna tenere conto dell’emergenza sanitaria ancora in corso ed azzardare un momento per il rilancio è complicato. Il vettore aereo Latam Airlines ci ha comunque provato, dimostrando di essere piuttosto fiducioso ed ottimista per il futuro (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Le stime sono presto dette: la compagnia ritiene di poter operare in questo mese di giugno al 36% dei livelli dei collegamenti aerei effettuati nello stesso periodo del 2019, dunque due anni fa esatti. Il calcolo è stato effettuato misurando i posti disponibili ed i chilometri percorsi. Lo scorso anno la percentuale era di poco inferiore, ma comunque un miglioramento c’è stato. In effetti, nel 2019 Latam operò a poco meno del 31% dei livelli pre-covid. Le proiezioni sono diverse perché quasi tutti i mercati internazionali del trasporto aereo hanno registrato un buon numero di prenotazioni a causa dell’andamento della campagna vaccinale. L’aumento della domanda non poteva che essere una inevitabile conseguenza. Entrando maggiormente nel dettaglio commerciale, l’aviolinea è sicura di poter far decollare ed atterrare poco meno di 700 voli giornalieri, sia nazionali che internazionali (nello specifico 691). I collegamenti riguarderanno 114 destinazioni diverse e 14 Nazioni in tutto il mondo. 

Sempre a giugno, poi, la divisione cargo ha programmato oltre mille voli, un quinto in più rispetto a due anni fa. Ora bisognerà capire se l’evoluzione della pandemia darà ragione a tutte queste stime ottimistiche. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237302

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar