It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Aeroporti spagnoli ancora lontanissimi da dati pre-covid

Numeri diffusi da società di gestione Aena

Un tentativo di ripresa incoraggiante, ma i livelli precedenti al coronavirus sono ancora lontanissimi. Gli aeroporti spagnoli che fanno parte del network Aena (Aeropuertos Españoles y Navegación Aérea) hanno concluso lo scorso mese di maggio con poco meno di 6 milioni di passeggeri complessivi (5,88 milioni per la precisione). Si tratta del 76,1% in meno rispetto allo stesso mese del 2019 (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS), nonostante il raffronto con dodici mesi fa sia stato positivo. In effetti, questi scali hanno registrato il 2100% in più su base annua, tenuto conto del fatto che nel 2020 le restrizioni al trasporto aereo erano molto pesanti. Gran parte dei viaggiatori a cui si è fatto riferimento lo scorso mese di maggio va legata ai voli commerciali (5,84 milioni), con una leggera preponderanza per quel che riguarda i collegamenti aerei nazionali. Il numero più alto in assoluto di passeggeri è stato quello dell’aeroporto “Adolfo Suarez” di Madrid-Barajas con 1,26 milioni di persone in transito, nonostante sia un calo di quasi il 76% rispetto a quanto registrato prima che il covid-19 prendesse il sopravvento. Il podio è stato poi completato con valori numerici non molto diversi tra loro da Palma di Maiorca (854 mila) e da Barcellona-El Prat (852 mila). Aena è proprietaria della maggior parte degli aeroporti spagnoli, ad eccezione di quelli privati di Ciudad Real e di Lleida–Alguaire. È inoltre responsabile dell'esercizio e della gestione aeroportuale, nonché del controllo del traffico aereo spagnolo. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1237330

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar