It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Emirates, perdita di 5,5 miliardi di dollari nell'anno fiscale 2020

Il vettore aereo ha scontato le restrizioni ai viaggi globali

Le perdite finanziarie sono una costante, prevedibile ma pur sempre preoccupante, degli anni fiscali di moltissimi vettori aerei. L’ultimo in ordine temporale che deve fare i conti con un bilancio in grande difficoltà è Emirates (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). L’anno fiscale 2020, per l’appunto, si è concluso con una perdita netta pari a 5,5 miliardi di dollari americani per la compagnia asiatica e le ragioni di questo dato negativo sono facilmente intuibili. In effetti, le entrate sono scese di 66 punti percentuali per via delle restrizioni imposte dai vari governi mondiali ai viaggi internazionali. La pandemia da coronavirus con la sua crisi annessa, quindi, non risparmia nemmeno quelle aviolinee che, sulla carta, sembrano essere in buona posizione. Le entrate sono diminuite nel complesso di 8,4 miliardi di dollari, soprattutto in seguito al blocco dei voli di linea per quel che riguarda l’hub di riferimento di Emirates, quello di Dubai. In aggiunta, va ricordato come la capacità totale dei passeggeri e delle merci per questo vettore sia scesa di 58 punti percentuali nel corso dell’ultimo anno. Emirates Group, il Gruppo che si occupa della gestione dei vari servizi di terra negli aeroporti e dei viaggi in generale, ha registrato una perdita che ammonta a 6 miliardi di dollari. Sempre a proposito di capacità, di recente la compagnia si è detta fiduciosa in merito al raggiungimento di un livello pari al 70% di quello precedente al covid-19 entro la fine del 2021. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1237358

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar