It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ue impone nuove sanzioni contro la Bielorussia

In risposta al volo Ryanair dirottato un mese fa

L’Unione europea ha ufficializzato nel corso della giornata di ieri, lunedì 21 giugno 2021, l’inasprimento delle sanzioni nei confronti di persone ed entità legate alla Bielorussia. Si sta parlando di 78 individui e di 8 associazioni, in parte in risposta al collegamento aereo del vettore low-cost Ryanair dirottato lo scorso mese a Minsk (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Josep Borrell, alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza, ha fatto sapere come le misure economiche contro la Nazione verranno preparate anche nelle prossime settimane, dunque bisogna attendersi annunci non molto diversi da quello delle ultime ore. In totale, questi provvedimenti stanno riguardando 166 persone e 15 entità che hanno a che fare con la Bielorussia. 

I fatti a cui si sta facendo riferimento sono quelli accaduti lo scorso 23 maggio. Il velivolo era partito da Atene ed era diretto a Vilnius, in Lituania. L’atterraggio forzato a Minsk fu richiesto dal presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko per consentire l’arresto di Roman Protassevich, ex-collaboratore di Nexta, canale Telegram di opposizione allo stesso leader politico. Secondo quanto riferito dagli attivisti anti-regime in Bielorussia, il 26enne rischia la pena di morte, anche perché lo scorso mese di novembre si è deciso di inserire il suo nome tra quelli che vengono considerati dall’ex-Repubblica sovietica come “sospetti terroristi”. Da quei giorni, comunque, si è saputo sempre meno delle sorti di Protassevich e di quale sarà il suo destino giudiziario. Il nuovo round di sanzioni potrebbe essere legato proprio alla carcerazione del giovane. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237466

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar