It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Tar respinge ricorso Ryanair su voli aeroporto Comiso

Vettore aereo aveva contestato aggiudicazione Alitalia

Il decreto del ministero delle Infrastrutture del 12 febbraio 2020 sugli oneri di servizio pubblico in relazione a diverse rotte che coinvolgono lo scalo di Comiso non è illegittimo. È questa la conclusione a cui è arrivato il Tar del Lazio, il quale ha deciso di respingere il ricorso presentato dal vettore aereo low-cost Ryanair. I collegamenti aerei a cui si sta facendo riferimento sono quelli tra l’aeroporto “Pio La Torre” di Comiso e gli hub di Roma-Fiumicino, Milano-Linate, Milano-Malpensa ed Orio al Serio. Lo stesso discorso è stato fatto dai magistrati amministrativi in merito all’aggiudicazione di Alitalia dell’affidamento esclusivo dei servizi aerei per quel che riguarda le rotte Comiso-Fiumicino e Comiso-Linate. Come si legge nella sentenza, “risulta che sia stata effettuata, prima dell'avvio del procedimento, un'accurata istruttoria tesa ad accertare il presupposto per l'imposizione degli OSP”. Inoltre, “ le allegazioni di parte ricorrente in merito alla non essenzialità delle rotte in ragione della vicinanza dell'aeroporto di Comiso con quello di Catania, non riescono efficacemente a scalfire”. Secondo Ryanair, tra l’altro, i provvedimenti impugnati non sarebbero stati accompagnati da uno studio di mercato e nemmeno da un’analisi di sussistenza. Per il Tar Lazio, però, questo tipo di censura non può essere accolta. Una ulteriore contestazione della compagnia irlandese era quella relativa alla mancata considerazione delle modifiche del mercato aereo e delle riduzioni provocate dalla pandemia da coronavirus, una situazione che i giudici hanno considerato eccezionale e transitoria, quindi “non rilevante ai fini in esame”. 

Sullo stesso argomento leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

Sr - 1237854

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar