It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Alitalia-Ita, ancora tanta incertezza sulla gara per il marchio

Commissione Ue pretende un bando trasparente e non discriminante

Ottobre è il mese in cui debutterà il vettore Ita (Italia trasporto aereo): una delle questioni che vale la pena approfondire in questo momento è quella del marchio (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Quest’ultimo non potrà essere acquistato dalla Newco dopo una cessione eventuale da parte dei commissari straordinari di Alitalia, come più volte richiesto dalla Commissione Ue. Il brand potrà essere infatti messo in vendita con una apposita gara che dovrà avere tre caratteristiche: Bruxelles ha infatti preteso che il bando sia aperto, trasparente e soprattutto non discriminatorio. Non è stato stabilito ancora nulla in tal senso, in particolare le modalità di svolgimento di questa gara, oltre alle condizioni da rispettare. C’è chi ipotizza l’acquisizione del brand anche da parte di un’altra aviolinea che non sia Ita, nonostante quest’ultima sia molto interessata a prenderne possesso. 

I commissari di Alitalia, il senior Giuseppe Leogrande, in carica dal 12 dicembre 2019, Gabriele Fava e Daniele Santosuosso sono arrivati con questo Governo il 5 marzo, devono preparare i bandi di gara per almeno tre procedure di cessione: il marchio, le attività di handling aeroportuale (con più di tremila dipendenti), la manutenzione (oltre mille lavoratori). Stando a quanto riferito da alcune fonti, bisognerà svolgere la gara in tempi molto rapidi, così da poter sfruttare eventualmente il bando per i primi voli della Newco in autunno. Molto dipenderà dai requisiti che verranno fissati per la partecipazione al bando, nello specifico quest’ultimo dovrebbe prevedere che l’acquirente sia un vettore aereo, fissando al tempo stesso le dimensioni effettive ed il perimetro entro cui opera. Per saperne di più, comunque, si dovrà attendere lo scrutinio della direzione che si occupa della concorrenza per la Commissione Ue, in modo da capire se la gara potrà essere trasparente e non discriminante. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1238123

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar