It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Incendi in Sardegna. Presidente Solinas: "Avviate procedure immediato ristoro danni"

Situazione in miglioramento, ma ripresa di alcuni focolai; 22 mezzi aerei e 7500 uomini operativi

La Regione Sardegna accelera le procedure per garantire alle popolazioni colpite dai roghi un rapido ristoro dei danni.

Su disposizione del presidente Christian Solinas si è riunito ieri pomeriggio il Comitato operativo regionale (Cor), presieduto dal capo della Protezione civile Antonio Belloi, per elaborare lo schema operativo necessario per la perimetrazione del rogo, la valutazione dei danni e per la predisposizione della relazione tecnica necessaria per il riconoscimento dello stato emergenza nazionale, a seguito della dichiarazione di stato di emergenza regionale già deliberato nella seduta di domenica della Giunta.

"Abbiamo accelerato le procedure", dichiara il presidente Solinas, "per abbattere tutti i tempi tecnici e burocratici ed abbreviare i passaggi che ci consentiranno di erogare i ristori ai cittadini ed alle aziende, per il risanamento degli edifici pubblici e privati, per una ripartenza che vogliamo tutti sia rapida. Per questo motivo, prosegue il presidente, il Cor ha anticipato i tempi ancora prima che venga chiuso lo scenario emergenziale".

Un segnale di immediatezza che arriva al termine di un’altra giornata di dura lotta al fuoco.

La situazione è in miglioramento, ma anche ieri non sono mancati episodi di particolare pericolosità determinati dalla ripresa di alcuni focolai, che sono stati immediatamente domati.

Il pericolo di una ripresa del fronte di fuoco è ancora reale. 

Fino al tramonto, sono rimaste operative tutte le forze regionali in attività: 22 mezzi aerei e 7500 uomini a terra.

Oggi i voli sono ripresi alle ore 5:30 con la stessa intensità di ieri, così come il lavoro delle squadre, per le necessarie bonifiche.

red - 1238177

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar