It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Ita-sindacati (2): conclusa riunione con i vertici del vettore aereo

Il presidente Altavilla ha programmato una serie di incontri; sciopero per il 24 settembre

Si è appena conclusa la riunione prevista con i vertici di Italia trasporto aereo –Ita e le delegazioni delle Organizzazioni sindacali confederali e delle Associazioni professionali. 

Il presidente di Ita, Alfredo Altavilla, pur ribadendo che Ita non ha alcun collegamento e dovere nei confronti di Alitalia in amministrazione straordinaria e di Alitalia Cityliner in amministrazione straordinaria, ha illustrato a grandi linee i temi principali relativi alla partenza ed allo sviluppo del piano industriale della nuova realtà industriale. Ita a detta del presidente partirà, come indicato in precedenza a mezzo stampa, con 52 aerei ed un totale di 2800 dipendenti, per traguardare a termine piano 105 aeromobili e circa 5750 lavoratori. 

Altavilla ha comunicato che Ita parteciperà alla gara per aggiudicarsi il marchio Alitalia. Ita ha comunicato inoltre che sarà valutata la possibilità, in caso di opportunità industriale, di partecipare alle gare per aggiudicarsi le due aree di manutenzione con quota di minoranza come indicato dalla Commissione europea e di handling, con quota di maggioranza come da accordi con Bruxelles. 

È stata presentata una proposta con una ipotesi di ridefinizione di un nuovo Ccnl di lavoro per il personale navigante e per il personale di terra (business unit collegate al ramo aviation). La piattaforma è ancora poco definita nel dettaglio e sprovvista dei benchmark di riferimento per le categorie. 

Il presidente ha proposto una calendarizzazione serrata di incontri per arrivare al 20 settembre, data ultima rispetto alle tempistiche assegnata ad Ita, per la dedizione dei contratti di lavoro parte economica e normativa. Le organizzazioni sindacali confederali hanno manifestato la netta contrarietà al impostazione di ita rispetto al dimensionamento della flotta e degli organici, alla mancata inclusione delle attività di handling e manutenzione sulle quali le scriventi hanno chiesto il proseguimento del confronto in sede istituzionale. Le organizzazioni sindacali stigmatizzano l’uscita di ita dall’associazione datoriale Assaereo, annunciata dal presidente, che potrebbe configurare la disapplicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro con condizioni altamente penalizzanti per i lavoratori, e contestualmente, favorendo in maniera autolesionistica il dumping salariale e salariale vanificando gli effetti dell’articolo 203 del decreto rilancio rendendolo inesigibile e vanificandone gli effetti, azione paradossale attuata da un’azienda di proprietà dello stesso Stato che ha emanato la norma. 

Nelle prossime ore verranno comunicate tutte le iniziative sindacali che metteremo in atto a tutela di tutti i lavoratori propedeutiche allo sciopero di 24 ore proclamato per il giorno 24 settembre. 

Segreterie nazionali trasporto aereo Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uilt, Ugl Ta". 

Sull'argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS

red - 1238582

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar