It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Italia: sono 4400 i civili afghani evacuati nell'operazione "Aquila"

La Difesa per il ponte aereo Roma-Kabul ha messo in campo aerei e 1500 militari italiani

Sono 4400 i cittadini afghani evacuati dal Paese asiatico dall’inizio dell’operazione "Aquila". Ieri 1085 persone sono state prelevate da Kabul a bordo dei C-130J dell'Aeronautica militare. Sempre ieri sono giunti a Fiumicino due aerei KC-767, due B-737 e un C-17 con a bordo complessivamente, nei cinque voli, 1085 cittadini afghani. Nelle stesse ore sullo scalo romano sono sbarcati 14 bambini disabili del centro "Pro bambini di Kabul", 5 suore della missione carità e un sacerdote, tratti in salvo dai militari italiani.

Dal giugno scorso, informa l'AMI, quando con l’operazione "Aquila 1" furono portati nel nostro Paese 228 afghani, sono per l'appunto 4400 i cittadini afghani messi in sicurezza, 3959 (di cui 921 donne e 1004 bambini) quelli già giunti in Italia negli ultimi 11 giorni e circa 400 quelli all'interno dell'aeroporto di Kabul in attesa di partire.

La Difesa ha messo in campo per l’operazione "Aquila Omnia", pianificata e diretta dal Covi (Comando Operativo di Vertice Interforze), comandato dal generale Luciano Portolano, 8 aerei: 4 KC-767 che si alternano tra l’area di operazione e l’Italia, e 4 C-130J, questi ultimi dislocati in Kuwait, da cui parte il ponte aereo per Kabul.

Sono oltre 1500 i militari italiani del Covi impegnati su disposizione del ministro della Difesa Lorenzo Guerini in questa complessa operazione per il ponte aereo Roma-Kabul.

red/c - 1238605

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar