It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Xinhua annuncia digitalizzazione aviazione cinese

Riforma Caac riguarderebbe intera filiera: viaggi, Rfid, bagagli, check-in

Civil Aviation Administration of China (Caac) avrebbe comunicato che darà massimo spazio alle tecnologie digitali. Lo scrive l'agenzia governativa cinese "Xinhua". Con questa decisione Pechino mira ad aprire un nuovo spazio di sviluppo per l'industria del settore, sfruttando il 5G, che risponda contestualmente a tre richieste: sostenibilità ambientale, sicurezza, efficienza.

La strategia dell'agenzia di regolazione coinvolgerebbe l'intera filiera: viaggi, logistica, check-in automatico dei bagagli, sdoganamento, supervisione industriale, produzione nazionale di aerei, navigazione internet in volo, identificazione a radiofrequenza (Rfid) nel tracciamento. Oltre che il riconoscimento facciale ed i servizi di richiesta intelligente. In particolare, le innovazioni Rfid, interesseranno tutti gli aeroporti cinesi con un flusso annuale superiore a 10 milioni di passeggeri. Per quanto riguarda la navigazione internet in volo, invece, si dovrebbe passare dalle reti locali in cabina alla connettività a banda larga. Una rivoluzione, quest'ultima, che sarebbe iniziata già a giugno con un incremento del +18 per cento dei servizi internet in volo .

"Lavorando con i partner cinesi, non vediamo l'ora di sostenere la digitalizzazione dell'industria dell'aviazione cinese ed esplorare più possibilità di business", ha dichiarato il presidente di Honeywell China and Aerospace Asia Pacific, Steven Lien. Il vicedirettore generale della low-cost di Singapore Scoot Airways, Bernard Sim, ha affermato: "Le tecnologie digitali ci permettono di risparmiare carburante e carta. Non siamo solo preoccupati per il taglio dei costi, ma anche per i nostri impegni condivisi con la Cina nel taglio delle emissioni"

Il settore dell'aviazione civile cinese è il secondo al mondo per numero di passeggeri trasportati. Un dato ormai assodato da 10 anni a questa parte. Sono due gli scali del Dragone presenti nella top ten internazionale degli aeroporti più frequentali: Pechino con 100 milioni di persone e Shanghai-Pudong con 76,1 milioni. La strategia di digitalizzazione punta a stimolare il recupero del settore dopo la pandemia. Sotto questo punto di vista "la digitalizzazione è una grande possibilità di auto-aggiornamento per le compagnie aeree", ha concluso Sim.


Gic - 1238908

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar