It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Stati Uniti chiedono confisca aereo iraniano

Tribunale Columbia riconosce violazione leggi export

Gli Stati Uniti hanno chiesto la confisca di un aereo B-747/300 venduto da una società iraniana ad una venezuelana. Il mezzo era stato sequestrato in Argentina a causa del sospetto che il velivolo fosse collegato a gruppi terroristici internazionali, secondo quanto rende noto il dipartimento di giustizia a stelle e strisce. L'iniziativa di Washington arriva dopo che il tribunale distrettuale della Columbia ha riconosciuto la violazione delle leggi sulle esportazioni.

Secondo quanto spiega l'esecutivo statunitense, l'aereo è soggetto a sanzioni in quanto venduto l'anno scorso dall'aviolinea iraniana Mahan Air alla compagnia aerea cargo Emtrasur, una controllata del Gruppo dell'aviazione Conviasa. La violazione starebbe nel fatto che entrambe le società sono sanzionate economicamente dagli Stati Uniti per la presunta collaborazione con organizzazioni terroristiche (Mahan Air con le Quds Force; Conviasa con Nicolas Maduro). 

Così, l'atterraggio in Argentina dell'aereo l'8 giugno scorso ha suscitato preoccupazione all'interno del governo di Buenos Aires. A quel punto il velivolo è stato bloccato dalle autorità locali, che ne hanno impedito la ripartenza alla volta del Venezuela. Intanto, dei 14 venezuelani e cinque iraniani fermati a bordo dell'aeromobile, sette sono ancora detenuti.

Sullo stesso argomento vedi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS.

Gic - 1246219

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Similar