It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram

Difesa. Russia pensa a come sostituire sistema missilistico Iskander

Potrà essere impiegato soltanto fino al 2030

Il sistema missilistico Iskander va sostituito quanto prima e la Russia è già pronta a scovare il miglior sostituto possibile, sia dal punto di vista scientifico che tecnologico. Come riferito nel corso della giornata odierna, giovedì 19 novembre 2020, dal capo delle forze missilistiche e dell’artiglieria russa, Mikhail Matveyevsky, sono state gettate le basi scientifiche per l’arma nuova di zecca. Il responsabile delle forze armate ha rilasciato un’intervista ad un quotidiano del posto, sottolineando come il sistema Iskander-M riuscirà a soddisfare ogni requisito possibile per almeno dieci anni. Verrà dunque impiegato non oltre il 2030, poi subentrerà la nuova arma che deve comunque ancora essere sviluppata. 

Secondo lo stesso Matveyevsky, il sistema missilistico da rimpiazzare ha ancora un grande potenziale, ma ne è stato sfruttato soltanto il 50%; non si tratta degli unici aggiornamenti da apportare in questo ambito per quel che riguarda Mosca. In effetti, le truppe russe di artiglieria hanno appena ricevuto nuovi razzi a lancio multiplo di medio calibro “Tornado-G”, senza dimenticare gli aggiornamenti dei lanciatori “Tornado-S”. L’Iskander-M è stato progettato per raggiungere obiettivi anche di piccole dimensioni fino ad un massimo di 500 chilometri, in particolare lanciamissili, aerei ed elicotteri all'interno di aeroporti e non. 

Sull’argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1233383

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar