It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Spagna continua a ricevere passeggeri aerei da Regno Unito

Il governo ha aderito in ritardo alle restrizioni

Le eccezioni che confermano la regola non mancano mai. Tantissimi Paesi, soprattutto in Europa, stanno bloccando i collegamenti aerei col Regno Unito dopo la scoperta del secondo ceppo (molto più contagioso) del coronavirus, come approfondito anche da AVIONEWS. L’eccezione è quella della Spagna, Nazione che sta continuando ad “accogliere” passeggeri che arrivano proprio dalla Gran Bretagna. La situazione viene giudicata paradossale dai media iberici: in pratica, Madrid ha vietato questi arrivi internazionali per motivi sanitari, anche se in modo tardivo, eppure gli aeroporti spagnoli dicono qualcosa di diverso. Gli scali che fanno parte della rete Aena (gestore dei collegamenti aerei in Spagna e nel Sahara occidentale) prevedono un totale di 175 voli per la giornata odierna, martedì 22 dicembre 2020, un valore leggermente inferiore rispetto a quello di 24 ore prima che era poco al di sopra dei 200 collegamenti. Non è stata soltanto la Spagna ad aderire con ritardo alle restrizioni imposte a chi viene dal territorio britannico, anche il Portogallo ha reagito qualche giorno dopo gli altri Paesi europei. Intanto, però, Madrid ha sottolineato di aver rafforzato le varie misure di controllo per quel che riguarda il certificato di negatività al test molecolare, il cosiddetto Pcr. Gli ultimi dati della Nazione iberica hanno messo in luce oltre 22 mila contagi in più e un numero di decessi pari a 334. 

Sull’argomento leggi anche l’articolo che è stato pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1234021

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar