It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Tui rivede i piani di riduzione della flotta di aerei

Nuovo accordo tra il vettore ed i sindacati

Il vettore aereo Tuifly, il quale fa parte dell’omonima industria tedesca attiva nel turismo e proprietaria di hotel, navi e compagnie, ha deciso di rinunciare al taglio drastico del numero di aerei per quel che riguarda la propria flotta, come preventivato in un primo momento per fronteggiare la crisi innescata dalla pandemia da coronavirus (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Si era infatti pensato di passare da 39 a 17 velivoli (il primo numero si riferisce ai livelli precedenti l’emergenza sanitaria), mentre ora dovrebbero essere mantenuti 22 aerei in totale. Le trattative con i sindacati hanno portato a questo risultato, insieme al salvataggio di altri 100 posti di lavoro. Secondo gli analisti locali del settore dell’aviazione civile, i tagli alla flotta potrebbero comportare un collasso vero e proprio nel corso della stagione estiva, nell’ipotesi comunque che la domanda salga alle stelle. Nelle ultime ore è stato ufficializzato il mantenimento del posto di lavoro di 370 piloti della compagnia, senza dimenticare gli 830 dipendenti che fanno parte dell’elenco di steward e hostess. Il tour operator ha intanto precisato di voler evitare a tutti i costi i cosiddetti licenziamenti “involontari”, propendendo per una maggiore flessibilità in termini di orari e di turni. Lo scorso mese di febbraio Tui è stato tra i primi vettori aerei europei che ha ripreso a volare con i B-737 Max, velivoli sottoposti a rigidi controlli dopo i tragici incidenti del 2018 e del 2019. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235315

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar