It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Regno Unito, impennata prenotazioni viaggi per Tui

C'è maggiore ottimismo dopo ultimi annunci

I cittadini britannici hanno una grande voglia di viaggiare: è questo il quadro che sta emergendo dalle ultime prenotazioni, nello specifico quelle rese pubbliche da Tui, industria tedesca attiva nel turismo e proprietaria di hotel, navi e compagnie (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Dal prossimo 17 maggio si potrà tornare a spostarsi nel Regno Unito e le stesse prenotazioni hanno fatto segnare un aumento pari a 500 punti percentuali. Le restrizioni verranno allentate e Tui torna in parte a respirare. In effetti, il Gruppo ha riportato una perdita di quasi 700 milioni di Euro nel primo trimestre del 2021 (il periodo compreso tra il primo gennaio ed il 31 marzo), un numero che fa sensazione, soprattutto se messo a confronto con i 147 milioni di Euro persi nell’ultimo trimestre del 2019. Tui prevede di tornare a registrare utili soltanto nel 2022, quindi bisognerà armarsi di pazienza ed attendere tempi migliori. Per l’estate di quest’anno si prevedono quasi 3 milioni di prenotazioni, poco oltre la metà di quelle della stagione più calda del 2019. Non è stata soltanto questa industria a beneficiare dei futuri provvedimenti britannici, visto che anche Thomas Cook ha fatto sapere di aver rilevato un +75% per quel che concerne il traffico dei siti internet, con prenotazioni che durano fino a tutto il 2022 per la precisione. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235843

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar