It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Regno Unito: 5 mila sterline di multa per chi uscirà dal Paese

Londra teme gli effetti della terza ondata del virus

Il Regno Unito vuole fare sul serio in quanto a spostamenti e collegamenti ai tempi del coronavirus (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Le vacanze all’estero dei cittadini britannici, infatti, saranno vietate fino al prossimo mese di maggio, altrimenti si rischierà una sanzione pecuniaria di 5 mila sterline (poco meno di 5800 Euro per la precisione). È questa la risposta di Londra alla pandemia da coronavirus, col governo che non vuole rischiare ricadute e che ha promesso vita durissima ai trasgressori. Il territorio della Nazione non potrà essere lasciato se non per ragioni valide e motivate. Le restrizioni e soprattutto le multe, poi, potrebbero durare per tutta l’estate. L’uscita dalla Gran Bretagna sarà consentita per ragioni di lavoro, studio o per visitare un parente o amico intimo che deve sposarsi oppure che versa in gravi condizioni di salute. Gli aeroporti, i porti e le stazioni del Paese verranno quindi monitorate con la massima attenzione. La preoccupazione per la terza ondata di covid-19 è altissima, anche se gli ultimi numeri fanno ben sperare, con un totale di decessi che è calato drasticamente. Il segretario ai trasporti Grant Shapps sta guidando una task-force che entro il 12 aprile farà sapere su come e quando il divieto di viaggi non essenziali potrà essere revocato. Le vacanze estive, invece, potrebbero essere caratterizzate da un sistema "semaforico" in base al rischio della destinazione di arrivo.

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235654

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar