It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Giappone protesta contro lanci missilistici della Corea del Nord

Il premier Suga ha lamentato atteggiamento minaccioso

Nelle prime ore della giornata odierna, giovedì 25 marzo 2021, la Corea del Nord ha lanciato due missili balistici che sono poi atterrati nel Mar del Giappone, poco al di fuori dalla zona economica esclusiva della Nazione nipponica (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Lo ha reso noto proprio il governo di Tokyo, secondo cui i razzi non sarebbero stati identificati, mentre il lancio sarebbe avvenuto poco dopo le 7:00 (orario locale). Tutto è nato in seguito alla visita dei diplomatici americani in Corea del Sud: Choe Son Hui, viceministro della difesa nordcoreana ha sottolineato come i colloqui tra Washington e Seul siano “teorie farneticanti di una minaccia di Pyongyang, basate su una retorica senza fondamenti”. Yoshihide Suga, premier del Giappone, ha definito i lanci missilistici come una “manifesta minaccia per la sicurezza e la pace della regione”. Tokyo ha anche presentato una protesta formale tramite la propria ambasciata in Cina per il test militare che rappresenterebbe un’aperta violazione delle risoluzioni del consiglio di sicurezza dell’Onu. Sempre nelle ultime ore, la Corea del Nord aveva testato due missili a gittata corta. Lo scorso mese di febbraio Washington ha tentato dei contatti e dei colloqui con Pyongyang, nonostante sia stato tutto inutile, una mossa che si è conclusa con un nulla di fatto. Ecco perché il Paese a stelle e strisce vuole cambiare la propria strategia, modificando gli approcci con Kim Jong Un e puntando a qualcosa di diverso rispetto a quanto realizzato dall’amministrazione Trump. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1235677

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar