It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Israele accetterà passeggeri vaccinati dal 23 maggio

Nuove misure per l'aeroporto internazionale di Tel Aviv

Israele ha deciso di autorizzare l’ingresso ai viaggiatori di nazionalità straniera nel proprio territorio a partire dal prossimo 23 maggio, una novità che riguarda soprattutto gli aeroporti locali e che deve essere approfondita per comprendere meglio le intenzioni di Tel Aviv (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). In pratica, sarà dato il via libera all’arrivo di passeggeri in grado di dimostrare di essere vaccinati fra poco più di un mese, ad un anno di distanza dalle chiusure turistiche imposte dal Paese mediorientale per affrontare la pandemia da coronavirus. Ora è stato sottoscritto un nuovo protocollo in modo congiunto dai ministeri israeliani del turismo e della salute, una sorta di schema per la riapertura del settore. La prima fase sarà caratterizzata dallo sbarco ad Israele di viaggiatori individuali in misura limitata, per poi aumentare progressivamente il numero. Ogni passeggero avrà l’obbligo di presentare un test Pcr negativo prima della partenza, oltre ad uno sierologico che dimostri la vaccinazione. Le misure appena spiegate si riferiscono all’aeroporto internazionale “Ben Gurion” di Tel Aviv. Il ministro del turismo, Orit Farkash-Hacohen, si è detto fiducioso sulla riuscita di un provvedimento del genere. A suo dire, infatti, “solo l'apertura dei cieli per il turismo internazionale farà davvero rivivere l'industria del turismo”. Le frontiere sono state chiuse nel marzo del 2020, in concomitanza con il primo lockdown. Il piano vaccinazioni ha avuto un buon andamento in questa Nazione, tanto è vero che 5 dei 9,3 milioni di abitanti avrebbero già ricevuto entrambe le dosi. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1236072

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar