It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Kyrgyzstan e Tagikistan ritirano truppe al confine

Si allentano le tensioni dopo i conflitti armati

Il Kirghizistan ed il Tagikistan sono due Paesi di cui non si parla praticamente mai, eppure in queste ore meriterebbero qualche attenzione in più a causa delle tensioni geopolitiche che le stanno caratterizzando (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Entrambe le Nazioni hanno deciso di ritirare le truppe dalla zona di confine, come reso noto dal comitato di sicurezza nazionale del Kirghizistan, Kamchibek Tashiyev. I colloqui sono andati a buon fine ed il fatto che i militari non siano più nell’area ne è una chiara testimonianza. La situazione dovrebbe essere completamente risolta entro la serata di oggi, venerdì 30 aprile 2021, dopo un bilancio non proprio positivo. Il conflitto tra le due ex-Repubbliche sovietiche, infatti, ha causato tre vittime e 22 guardie di frontiera ferite. La zona di confine è quella vicina ad un impianto idrico, per la precisione a Golovnoy. Il 28 aprile, quindi 48 ore fa, il nervosismo è montato alle stelle tra le guardie di frontiera con scontri armati che sono culminati nella giornata successiva, prima del cessate il fuoco e del già citato ritiro delle truppe. Il confine di cui si sta parlando misura poco meno di mille chilometri (nello specifico 980): subito dopo il crollo dell’Unione sovietica, sono state diverse dozzine le porzioni di territorio contese tra le due Nazioni, con una serie di conflitti tra i residenti di cui spesso non si conoscono a fondo i dettagli. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS.

Sr - 1236441

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar