It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Vettori aerei. Swiss non ha ancora smesso di licenziare

Si punta anche a riduzione della flotta

Il nostro segno è una promessa: lo slogan ufficiale del vettore aereo Swiss International Air Lines è accattivante, peccato che in questo preciso periodo storico, le uniche promesse non siano affatto positive (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). La compagnia elvetica che è controllata da Lufthansa, infatti, sta per licenziare altri dipendenti dopo i tagli al personale dei mesi scorsi. Inoltre, queste “sforbiciate” riguardano anche la flotta di velivoli. Si parla nelle ultime ore di quasi 800 licenziamenti per quel che riguarda il personale di terra ed i membri dell’equipaggio. La flotta, invece, è composta da 90 aerei e Swiss starebbe pensando ad una riduzione pari a 15 punti percentuali. Ci si è ormai resi conto che il mercato del trasporto aereo è cambiato profondamente e la pandemia da coronavirus impone riflessioni profonde. Il programma di ristrutturazione è la soluzione tipica di moltissime aviolinee in giro per il mondo e quella svizzera non è da meno. Le prospettive di lungo termine non sono migliori, visto che ci sarebbero 1700 licenziamenti complessivi, oltre un quinto del totale, un processo che è cominciato nel 2020, in concomitanza con l’emergenza sanitaria ed il lockdown, e che non sembra avere fine. Tornando a parlare degli aerei, dovrebbero diventare 59 per il corto e medio raggio, 26 per il lungo raggio, nonostante queste cifre siano sempre oggetto di revisioni e ripensamenti. L’obiettivo è quello di arrivare ad un risparmio economico molto consistente, per la precisione mezzo miliardo di franchi svizzeri (456 milioni di Euro). 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236593

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar