It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Algeria riapre parzialmente traffico aereo dopo 14 mesi

Restrizioni duravano dal primo lockdown

Nelle ultime ore l’Algeria ha deciso di riaprire in misura parziale il traffico aereo nei propri confini dopo una lunghissima sospensione che durava fin dal primo lockdown, dunque dal marzo del 2020. A distanza di circa 14 mesi, la Nazione africana ha scelto di alleggerire le misure che riguardano questo tipo di trasporto ed il primo collegamento aereo che ha sancito un cambio di rotta è stato quello con la Francia. Un velivolo proveniente dal Paese transalpino è infatti atterrato presso l’aeroporto di Algeri-Houari Boumédiène (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS), con 299 passeggeri a bordo. Il piano di riapertura è presto detto. Il governo algerino ha sottolineato come ci saranno cinque collegamenti aerei ogni giorno, con un elenco di Nazioni ridotto all’osso. Si sta infatti parlando di quattro Stati, vale a dire la già citata Francia, la Turchia, la Spagna e la Tunisia. 

I provvedimenti saranno comunque molto rigidi. Anzitutto, ogni viaggiatore in arrivo in questo territorio sarà messo in quarantena per un isolamento in hotel progettati ad hoc, per la precisione per cinque giorni dopo l’atterraggio. Il protocollo sanitario è stato stabilito in base agli ultimi casi che sono diventati complessivamente poco meno di 130 mila. Il totale dei decessi, invece, è di poco inferiore alle 3500 unità. La scorsa estate, l’Algeria si era invece focalizzata principalmente sulla costituzione di un nuovo vettore aereo: l’obiettivo è quello di sfruttare gli aeroporti nazionali meglio di quanto sia stato fatto finora, potenziando la capacità di trasporto interno. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1237119

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar