It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Gli Stati Uniti dicono sì ai transgender nelle forze armate

Nuovo ordine esecutivo del presidente Biden

Donald Trump è già stato “dimenticato”: le intenzioni del nuovo presidente americano Joe Biden sono chiare come non mai, i provvedimenti adottati finora vanno nella direzione opposta rispetto a quelli che hanno caratterizzato i quattro anni del tycoon (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Come sottolineato dall’inquilino della Casa Bianca in uno dei suoi primi ordini esecutivi, ogni cittadino americano che è qualificato per servire nelle forze armate del Paese può farlo. Ecco perché le porte rimarranno aperte anche per i transgender, esclusi di fatto dall’amministrazione Trump. Secondo Biden, l’identità di genere non è affatto un ostacolo per il servizio militare e gli Stati Uniti dovrebbero fare la differenza da questo punto di vista. Gli ordini revocati sono quelli che recano la firma di Trump e che risalgono al 2017 ed al 2018, a loro volta preparati per revocare quelli dell’amministrazione precedente, quella di Barack Obama. Quest’ultimo, infatti, aveva abolito un divieto secondo cui i militari transgender dovevano essere congedati oppure allontanati dalle forze armate per via della loro identità. Come si legge nell’ordine esecutivo a cui si sta facendo riferimento, “occorre consentire a tutti gli americani qualificati di servire il Paese in uniforme, un bene per le forze armate e per gli Stati Uniti perché una forza più inclusiva è più efficace. È la cosa giusta da fare ed è nell’interesse nazionale”. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1234464

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar