It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Fa discutere la tassa spagnola sui biglietti aerei

Il governo vuole scoraggiare l'utilizzo dei velivoli

L’obiettivo è stato svelato, un gettito da 1,3 miliardi di Euro l’anno: ecco cosa si sta prefiggendo il governo spagnolo mediante l’applicazione di una tassa specifica sui biglietti del trasporto aereo (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Bruxelles ha ricevuto la proposta formale da parte di Madrid, una iniziativa fiscale che punta ad una liquidità ben precisa, stando almeno a quanto riferito nelle ultime ore dai media iberici. La tariffa andrà ad interessare i passeggeri che transitano in aeroporto, un modo per scoraggiare questo tipo di spostamenti. L’esecutivo è stato chiaro come non mai, la tassa sui biglietti di cui si sta parlando serve a promuovere altri mezzi di trasporto, considerati più sostenibili e rispettosi dell’ambiente rispetto ai velivoli. Tutto questo è spiegato nel piano fiscale che la Spagna ha consegnato all’Unione europea, una proposta che sta facendo già discutere parecchio. Un altro obiettivo da raggiungere è l’esplorazione di tecnologie innovative e di combustibili che siano meno inquinanti rispetto a quelli attuali. Una iniziativa simile era stata formulata anche prima che scoppiasse la pandemia da coronavirus, con il ritiro della stessa a causa della crisi innescata dall’emergenza sanitaria. Madrid non ha ancora specificato quale sarà l’importo esatto della riscossione tributaria, ma c’è chi ha calcolato un possibile aggravio di oltre 4 Euro per i viaggi brevi, una ventina di Euro per le distanze considerate medie e fino a 42 Euro per il lungo raggio. Ora bisognerà attendere l'evoluzione del piano, in modo da capire come sarà introdotto il balzello.

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236578

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar