It does not receive public funding
Editor in chief:
CLARA MOSCHINI

Facebook Twitter Youtube Instagram LinkedIn

Emirates si scaglia nuovamente contro Boeing

Preoccupano i silenzi sugli aerei B-777X

Il vettore aereo Emirates e Boeing continuano ad essere ai ferri corti. Lo scorso mese di marzo, ci furono dure accuse da parte della compagnia asiatica nei confronti dell’industria di Chicago (leggi anche la notizia pubblicata da AVIONEWS). Il presidente Tim Clark aveva parlato senza mezzi termini della presunta mancanza di standard di qualità per quel che riguarda i velivoli, al punto da paventare scelte diverse nel futuro. Nelle ultime ore, lo stesso Clark ha sottolineato come non verrà preso in consegna il B-777X nel caso in cui Boeing non si impegni dal punto di vista tecnico, come previsto dai contratti sottoscritti. I problemi che riguardano diversi aerei, non solo il 737 Max, stanno gettando cattiva luce sulla stessa Boeing e la presa di posizione di Emirates ne è un chiaro esempio. La rabbia del presidente è presto spiegata: nonostante i test sul 777X siano cominciati nel luglio del 2020, dunque quasi un anno fa, non sono ancora state inviate informazioni sulle performance dei motori, uno dei dettagli di massima importanza quando si parla di velivoli del genere. Secondo Clark, si tratta di una lacuna piuttosto grave, al punto che non verrà accettata alcuna consegna senza le prove necessarie. Non è una puntualizzazione di poco conto, visto che l’aviolinea degli Emirati Arabi Uniti rappresenta la prima al mondo per quel che concerne l’aereo di cui si sta parlando (126 ordini per la precisione). Il primo esemplare doveva giungere nel Golfo Persico la scorsa estate, mentre ora si ritiene addirittura che l’operazione possa avvenire non prima del 2024. 

Sullo stesso argomento leggi anche l’articolo pubblicato da AVIONEWS

Sr - 1236936

AVIONEWS - World Aeronautical Press Agency
Related
Similar